Barbara Silanus - Golosamente Intollerante - Golosamente Veg - Caricamento in corso...

5 consigli per organizzare la preparazione delle ricette

Un aspetto fondamentale quando si prepara un dolce è l’organizzazione. Sappiamo che la Pasticceria richiede estrema precisione, e spesso non è semplicissimo eseguire passo passo una ricetta. Per questa ragione è importante e fondamentale organizzarsi nel miglior modo possibile in modo che tutto fili alla perfezione.
Vediamo 5 consigli per avere un’organizzazione impeccabile.

Primo consiglio: avere una dispensa essenziale sempre fornita.

Quante volte capita di voler preparare un dolce e non avere qualche ingrediente, e magari improvvisare sostituzioni azzardate che alla fine non soddisfano? E’ sempre bene tenere un po’ di scorta di quelli che sono gli ingredienti di base. Vediamone alcuni:

  • Farina di riso: è la farina di base per eccellenza, adatta a tutti gli impasti.
  • Zucchero: non ha bisogno di grandi spiegazioni, è l’ingrediente fondamentale per qualsiasi dolce.
  • Mandorle: averne sempre di scorta è un’ottima cosa perché si possono trasformare velocemente in farina o in latte vegetale.
  • Olio di semi di girasole: il grasso per eccellenza, perfetto per tutto.
  • Cioccolato: avere sempre qualche tavoletta di cioccolato fondente al 70% permette di ottenere sempre qualcosa anche in assenza di particolari ingredienti
  • Lievito per dolci: onnipresente in tutti gli impasti soffici per torte da forno, muffin, plumcake, ecc..
  • Amido di mais: indispensabile per le creme. Un ottimo salvataggio in caso di mancanza di ingredienti per dolci complessi o in caso di mancanza di tempo. Un buon latte vegetale, un po’ di zucchero, qualche aroma e l’amido ci permettono di avere una crema pronta in brevissimo.

Secondo consiglio: calcolare le quantità da preparare

Le ricette spesso sono indicate per dosi troppo grandi o troppo ridotte in base alle esigenze, quindi può essere necessario raddoppiare, dimezzare e in generale ricalcolare le quantità per ottenere il numero di pezzi o le dimensioni desiderate.
E’ bene fare questo calcolo in anticipo scrivendo in un foglio a parte le nuove dosi ricalcolate.
Fare i calcoli “a mente” mentre si esegue la ricetta oppure scrivere le nuove dosi nello stesso foglio della ricetta originale può creare confusione facendo sbagliare le pesate.

Terzo consiglio: predisporre lo spazio di lavoro

Preparare il piano di lavoro è fondamentale per lavorare in un ambiente ordinato e pulito. Con ricetta alla mano sistemare tutti gli ingredienti da pesare sul piano di lavoro insieme alla bilancia, qualche cucchiaio e i contenitori che servono per le pesate. Inoltre preparare anche gli strumenti necessari: la planetaria, oppure il frullatore a immersione, ecc..
Cercare gli ingredienti man mano che servono non è un buon metodo perché crea confusione: per esempio rovistare nella dispensa con le mani magari infarinate oppure accorgersi a ricetta avviata della mancanza di un ingrediente…

Quarto consiglio: accendere il forno in anticipo

Una volta preparato il piano di lavoro, prima di iniziare le pesate, è bene portare il forno alla temperatura necessaria. In tutte le ricette viene considerato implicito il fatto che il forno deve essere già arrivato alla temperatura consigliata per la cottura.
Accendere il forno mentre si preparano le pesate e si esegue la ricetta ci permette anche di non far attendere gli impasti fuori dal forno soprattutto perché molti impasti potrebbero rovinarsi nell’attesa.

Quinto consiglio: scegliere bene l’ordine delle preparazioni della ricetta.

Una ricetta spesso è costituita da più preparazioni. Per esempio una torta può essere farcita con una crema. In questo caso abbiamo da realizzare l’impasto di base della torta e la crema. Entrambe devono essere state ben raffreddate prima dell’assemblamento.
La cosa migliore è realizzare per primo l’impasto che richiede più tempo per la cottura il raffreddamento, in questo esempio è la base della torta. Una volta infornata si può procedere alla preparazione della crema.
Rispettare un ordine corretto di esecuzione ci fa risparmiare tempo prezioso.

Barbara Silanus

Barbara Silanus, prima ingegnere informatico poi pasticciera. Allieva di grandi maestri quali Luca Montersino, Stefano Laghi, Piergiorgio Giorilli e Gianluca Aresu, si occupa di pasticceria naturale e salutistica, con particolare attenzione alle intolleranze alimentari. Oltre alla consulenza a pasticcerie e ristoranti, tiene corsi di formazione sull'argomento. [ Facebook | Instagram | Twitter | LinkedIn | YouTube ]

Lascia Un Commento