Gueffi sardi

Gueffi sardi versione alla nocciola.

I gueffi (gueffus in dialetto) sono un dolce tipico sardo, che in base al paese si può trovare in diverse varianti, quella che va per la maggiore è la versione con la farina di mandorle.

Questa invece è con la farina di nocciole! A casa mia si sono sempre fatti così, anche se nel tempo ho aggiustato un po’ la ricetta per scaricarla un po’ dallo zucchero che all’origine era il 50%, e ho preferito lo zucchero di canna.

Ma a parte questo aspetto la ricetta mantiene la sua identità originale e nasce naturalmente priva di glutine e vegana.

Ingredienti

  1. 500 g nocciole tostate oppure farina di nocciole
  2. 300 g zucchero di canna
  3. 50 g liquore nocino
  4. qb carta velina alimentare

Porzioni: 70 pezzi
Tempo di preparazione: 20 minuti

ISTRUZIONI:

  1. Per prima cosa occorre preparare la farina di nocciole con una grana abbastanza sottile. Se non possedete un mixer potente è bene acquistare la farina già pronta perché un frullatore poco potente porterebbe le nocciole a tirare fuori il loro grasso facendo ottenere una pasta e non una farina.
  2. In un padellino in acciaio o in rame, far sciogliere lo zucchero, abbassare la fiamma e versare una parte del nocino (circa metà).
  3. Versare quindi tutta la farina di nocciole e con un cucchiaio di legno mescolare bene la massa e aggiungere il resto del nocino, farlo incorporare e poi spegnere la fiamma.
  4. Attendere qualche minuto affinché la massa si raffreddi leggermente prima di poterla toccare con le mani.
  5. Prelevare quindi delle porzioni da circa 10 o 15g e formare delle palline.
  6. Tradizionalmente ogni pallina viene poi passata in altro zucchero, ma io trovo che siano già abbastanza dolci.
  7. Far asciugare prima di procedere all’incarto.

Nelle pasticcerie sarde li trovate incartati a caramella nella carta velina alimentare. Io invece li ho incartati prima nella pellicola e successivamente in un tovagliolo colorato. A voi la fantasia di incartarli come preferite!